La digitalizzazione richiede maggiore collaborazione

Attualità > Comunicati > La digitalizzazione richiede maggiore collaborazione

La digitalizzazione trasformerà profondamente la costruzione di infrastrutture. Come sfruttarla in modo vantaggioso per il settore? Alla Journée Infra, il convegno organizzato da Infra nella Svizzera romanda presso lo Swiss Tech Convention Center del Politecnico di Losanna, i relatori hanno illustrato le possibilità offerte dalla digitalizzazione nel settore della costruzione di infrastrutture.   

Le novità, si sa, causano spesso disagio. Questo vale anche per la digitalizzazione nel settore della costruzione, anche se il Business Information Modelling (BIM), il nuovo metodo di progettazione basato su strumenti digitali, non è altro che la sintesi di ciò che viene già applicato nella pratica, ossia la modellizzazione tridimensionale di oggetti che va dalla pianificazione dei tempi, dei costi e delle informazioni agli aspetti ambientali e di sicurezza. Lo scambio di dati non solo riduce gli errori ma permette anche di risparmiare tempo e denaro.

Yvan Personnic, consulente e presidente di So.build, ha spiegato ai 250 partecipanti al convegno i numerosi vantaggi offerti dal BIM, tra cui migliori risultati progettuali, incremento della qualità e della produttività e riduzione dei tempi, sottolineando però che senza l’appoggio del management è tuttavia impossibile garantire l’integrazione efficace del modello in azienda.

BIM ideale per l’ingegneria civile
Il BIM offre molte possibilità soprattutto per il settore dell’ingegneria civile, viste in particolare la penuria di terreno edificabile e la densificazione urbana. Il professor Bernd Domer, direttore dell’istituto inPACT della Scuola universitaria professionale di Ginevra (HEPIA), ha spiegato che la forza del BIM risiede nel fatto che tutti i dati necessari per la pianificazione, la simulazione, la costruzione e la manutenzione delle opere sono riassunti in un unico modello digitale. Secondo Domer, la prossima sfida sarà quella di unire i sistemi attualmente in uso con il BIM. Un semplice disegno realizzato con CAD, ad esempio, non basta più. «Per sviluppare un buon modello BIM serve un software che risponda ai bisogni delle infrastrutture e della progettazione e realizzazione di infrastrutture» ha aggiunto Jérôme Tognini, ingegnere edile e direttore della Geomensura SA.

Basandosi sull’esempio della A507 (Rocade L2) di Marsiglia, Pierre Benning, vicedirettore della divisione Informatica e tecnica del gruppo Bouygues Travaux Publics, ha illustrato come il BIM viene attualmente utilizzato nella costruzione di infrastrutture. Per la riuscita del progetto è stato determinante tra l’altro lo scambio di dati tra tutte le parti coinvolte. Inoltre, grazie alla simulazione di determinate fasi costruttive è stato possibile garantire lo svolgimento ottimale dei lavori. Benning ha inoltre spiegato che il BIM ha permesso di individuare le incongruenze ed eventuali errori nei dati già nelle fasi iniziali del progetto.

Precisione svizzera per un’opera titanica
La giornata si è chiusa con la presentazione di una grande opera progettata da ingegneri svizzeri all’estero: il terzo ponte sul Bosforo che porta il nome di «Yavuz Sultan Selim». Thierry Delémont, membro del CdA dello studio di ingegneria T-Engineering di Ginevra, ha illustrato il progetto e la sua realizzazione in Turchia. Il ponte sospeso, che ospita otto corsie stradali e due binari ferroviari, è stato realizzato in soli 3 anni, dopo una fase di progettazione relativamente breve durata sei mesi.

Journée Infra
Nei loro interventi introduttivi Urs Hany, presidente di Infra Suisse, e Blaise Clerc, rappresentante di Infra Suisse in Romandia, hanno invitato le imprese di costruzione a sfruttare le possibilità offerte dalla digitalizzazione e a partecipare attivamente al suo sviluppo. Journée Infra è l’occasione di incontro e scambio più importante per la costruzione di infrastrutture nella Svizzera romanda. Offre a politici, committenti, progettisti e impresari la possibilità di discutere temi attuali riguardanti la politica in materia di trasporti e infrastrutture. L’edizione 2018 dedicata al tema «BIM e costruzione di infrastrutture» ha trattato vari aspetti della digitalizzazione nella costruzione di infrastrutture. Ogni anno a fine gennaio Infra organizza un convegno per la Svizzera tedesca, l’Infra-Tagung, che si tiene a Lucerna.

Informazioni

Andreas Schmidt
Infra Suisse Losanna
058 360 77 00
[javascript protected email address]

Informazioni

Temi correlati

Digitalizzazione

La digitalizzazione mira a creare per le imprese attive nella costruzione di infrastrutture le condizioni affinché tutti i dati...

Continua a leggere