Il campione olimpico Mike Schmid rimane il volto delle professioni della costruzione

Blog  > Il campione olimpico Mike Schmid rimane il volto delle professioni della costruzione

Prosegue la collaborazione tra Mike Schmid e la Federazione Infra. Il campione olimpico di skicross ha un diploma di costruttore stradale ed è orgoglioso di fare pubblicità per la sua professione. L’obiettivo della stagione ormai alle porte è quello di tornare ai vertici delle classifiche mondiali.

Infra, l’organizzazione di categoria dei costruttori svizzeri di infrastrutture, ha prolungato per un’altra stagione il suo impegno quale sponsor principale di Mike Schmid, il campione olimpico di Vancouver 2010 nello skicross, che si è rivelato un ottimo ambasciatore per le professioni della costruzione. Benedikt Koch, direttore di Infra, è soddisfatto: «Trovare Mike è stato un colpo di fortuna. È un personaggio che trasmette simpatia e credibilità, a tutto vantaggio del nostro settore». Originario dell’Oberland bernese, Schmid ha un diploma di costruttore stradale e nei mesi estivi lavora normalmente sui cantieri. Ha assunto volentieri il ruolo di uomo immagine delle professioni della costruzione poiché anche per lui è importante contare sull’impegno di uno sponsor affidabile. Fare pubblicità per il settore è però anche una questione di cuore: «Sono orgoglioso di fare il costruttore stradale e di incoraggiare i giovani a intraprendere questa strada».

Pubblicità sul casco

Sul casco di Schmid spicca la scritta «bauberufe.ch», il portale rivolto soprattutto ai giovani alla ricerca di una professione che informa sui mestieri della costruzione e le possibilità di perfezionamento. Oltre a informazioni, video e indirizzi utili, il sito contiene anche offerte di posti di apprendistato e di stage. Mike Schmid è inoltre il protagonista di uno spot sui costruttori stradali mandato in onda dall’emittente giovanile «Joiz».

Obiettivo: tornare ai vertici

Malgrado i momenti difficili, Schmid prosegue la sua carriera sportiva con la disciplina e la determinazione che lo contraddistinguono da sempre. I numerosi infortuni al ginocchio –l’ultimo, la rottura del crociato sinistro, proprio alla vigilia della gara olimpica di Sochi – lo hanno costretto più volte a lunghe interruzioni dell’attività agonistica: «Ero molto deluso soprattutto perché non potevo difendere il titolo vinto a Vancouver», ricorda. Nel frattempo, il legamento è stato operato. Mike si sente di nuovo al meglio della condizione, è pronto per le prime sedute di allenamento sulla neve e determinato a riconquistare i vertici delle classifiche. Un’impresa tutt’altro che impossibile, come ha già dimostrato più di una volta.

Informazioni

Matthias Forster
Geschäftsführer
T 044 258 84 92
M 078 753 39 53
E [javascript protected email address]

Temi correlati

«La voce dell’associazione viene ascoltata.»

Lun 28.6.21 - Egli ha fatto parte per undici anni del Comitato di Infra Suisse. Ora, in occasione dell’assemblea dei soci, Hanspeter...

Continua a leggere

Aggiunte nell’ambito del COVID-19: la via del dialogo ha dato buoni risultati

Gio 1.4.21 - Negli ultimi mesi, le imprese di costruzione e di pianificazione hanno stipulato con le FFS degli accordi sull’indennizzo dei...

Continua a leggere