I costruttori di strade imparano con l’energia solare

Attualità > Comunicati > I costruttori di strade imparano con l’energia solare

Al pari dell’infrastruttura ferroviaria, in futuro anche le strade nazionali dovranno essere finanziate tramite un fondo. Ciò è quanto hanno rilevato i costruttori svizzeri di infrastrutture in occasione della loro assemblea annuale, tenutasi ad Horgen. D’altro canto, la Scuola professionale per i costruttori di vie di traffico, con sede a Sursee, è già equipaggiata per il futuro: la metà del suo consumo energetico è fin d’ora coperta dall’energia solare.

Ciò che l’elettorato ha reso possibile in febbraio alla ferrovia, approvando il progetto FAIF, è necessario anche per le strade nazionali: un fondo destinato alla gestione, alla manutenzione e al finanziamento delle medesime. «Un fondo del genere crea una base sicura per la pianificazione e gli investimenti», ha dichiarato Urs Hany, Presidente della Federazione Infra, in occasione dell’assemblea annuale.

Il settore edile è dell’avviso che l’intento del Consiglio federale di aumentare la tassa sui carburanti di un prezzo fisso di 12 o 15 centesimi abbia poche opportunità di successo. «Un aumento dell’imposta sui carburanti sarà accettato dall’elettorato unicamente quando sarà stata fatta chiarezza sui progetti edili concreti ai quali il denaro sarà destinato», questa è la convinzione di Hany. Infra propone pertanto che il Parlamento non si limiti più a fissare solo ogni quattro anni il quadro per la gestione, la manutenzione e l’adeguamento delle strade nazionali. In futuro si dovrà decidere a cadenze regolari anche riguardo all’ampliamento delle capacità e ai relativi finanziamenti. Si potrà così evitare agli utenti delle strade di pagare delle imposte destinate alla costituzione di riserve.

Impianto solare per la scuola professionale

Negli scorsi anni, la Federazione Infra ha intrapreso consistenti opere di rinnovazione a favore della sua Scuola professionale per i costruttori di vie di traffico, ubicata a Sursee. Da poche settimane è stato messo in funzione anche un nuovo impianto solare. «Ora produciamo autonomamente la metà dell’energia elettrica di cui necessitiamo, nel rispetto dell’ambiente e senza incidenza sul clima», dichiara con soddisfazione Urs Lütolf, Direttore della Scuola professionale per i costruttori di vie di traffico. Si tratta all’incirca di 80‘000 chilowattora, grossomodo equiparabili al consumo annuo di 10 case unifamiliari. La superficie dei pannelli posti sul tetto dell’edificio scolastico, destinati alla produzione di corrente, è di quasi 600 metri quadrati. La Federazione Infra, quale organizzazione promotrice della scuola professionale, si è fatta carico delle spese nella misura di ca. 250’000 franchi. «Un investimento redditizio», questa è la convinzione di Lütolf. «Noi, costruttori di infrastrutture, diamo così un segno concreto del nostro approccio responsabile alle risorse», completa Hany, Presidente dell’Infra. Quale organizzazione che si impegna intensamente a favore delle nuove leve professionali, siamo altresì tenuti a mantenerci innovativi e a creare condizioni ideali per la formazione.

Uno spazio di formazione adeguato allo scopo

Le attività edili che interessano la scuola professionale non sono finite con la messa in esercizio dell’impianto solare. In occasione dell’assemblea annuale, Infra ha infatti deciso di stanziare ulteriori mezzi per la ristrutturazione di uno spazio di formazione. Il padiglione, affittato dalla Fondazione Campus Sursee della Società Svizzera degli Impresari-Costruttori, dall’estate 2015 sarà destinato alla formazione pratica dei sondatori e costruttori stradali. La Scuola professionale per i costruttori di vie di traffico forma ogni anno circa mille giovani – donne e uomini provenienti dalla Svizzera tedesca – nelle professioni di costruttori stradali, sondatori, costruttori di binari, selciatori nonché costruttori di sottofondi e pavimenti industriali.

Claudio Giovanoli eletto nel Comitato

In occasione della loro assemblea annuale, i membri della Federazione Infra hanno eletto Claudio Giovanoli della Lazzarini AG, Coira, quale membro del loro Comitato. Egli succede a Franz Damann della Hastag St. Gallen Bau AG, membro del Comitato dal 2007, anno di costituzione della Federazione.